Applicazioni

San Carlo Borromeo - Lugano (Svizzera) - 2014

La Chiesa do S. Carlo Borromeo , situata nel centro storico di Lugano, fu eretta anni 1640-1642 per iniziativa della Confrternita di San Carlo Borromeo. All’interno sono considerevoli l’altare in marmo policromo di Baveno di Giovanni Battista Adami (1768), con un maestoso tempietto e la statua lignea dipinta della Madonna (XVIII sec.); nella seconda cappella nord, tela raffigurante S. Carlo in cattedra opera di Giuseppe Antonio Petrini (1677-1759) di Carona, protagonista della pittura lombarda del Settecento, presente anche con la splendida Madonna Immacolata (nel coro); Gloria di S. Carlo , affresco sulla volta del coro; gruppo della Pietà in cartapesta dipinta, arte leccese, inizi XVII secolo.

 

 

 Committente  Confraternita di San Carlo Borromeo
 Progetto illuminotecnico  Arch. Gabriele Geronzi

 

L’intervento di rinnovo dell’illuminazione è stato curato dall’Arch. Gabriele Geronzi con l’obiettivo di  ridurre i consumi energetici e realizzare una illuminazione dedicata alla liturgia e che  contestualmente  rivaluti funzionalmente  l’architettura  della parrocchiale molto visitata trovandosi sulla via principale della città.

L’illuminazione del presbiterio e altare maggiore è stata ottenuta a luce diretta con corpi illuminanti a basso impatto visivo realizzati appositamente aggregando moduli Gemini plus  a 2 e 4 LED  e collimatori ampi e stretti.

L’illuminazione della volta è stata ottenuta sempre con lampade Gemini Plus 4 LED con  lenti ampie. Mentre per l’illuminazione dell’aula il progettista ha selezionato per l’elevato flusso luminoso emesso e dimensioni contenute la lampade Leo 1 LED (COB) e riflettore ampio.

L’illuminazione delle due cappelle laterali è stata ottenuta con lampade flessibili e compatte Orione 3 LED a lenti ampie.

Nell’edicola della Madonna sono state poste lampade Perseo 2 LED (COB) a luce diffusa.

Temperatura di colore 3000K

Assorbimento totale 570W